"La natura ti dà la faccia che hai a vent'anni; è compito tuo meritarti quella che avrai a cinquant'anni".
COCO CHANEL

26.01.2022


Marilisa, cosmetologa, divulgatrice e, come afferma Lei stessa sui suoi canali social, “Alla ricerca della crema perfetta” !

Ho avuto l’opportunità di conoscere Marilisa Franchini, meglio conosciuta come Beautycologa, su Instagram ai tempi del primo lockdown: di lei, mi hanno subito colpita la sua brillante vivacità e simpatia che traspaiono entrambe dal suo profilo, ma ancor di più, l’attenta ricerca degli attivi impiegati nelle formule dei suoi cosmetici, a garanzia delle ottime performance.

Mi piaceva l’idea di intervistarla, al fine non solo di darle spazio, ma anche di evidenziarne la professionalità e la preparazione che, in un settore così ampio come quello legato alla cosmesi e skincare, fanno sicuramente la differenza.

Bando ai preamboli, iniziamo subito!

1 - Ciao Marilisa iniziamo da te. Se dovessi descrivere in poche parole chi è la Beautycologa?

"La Beautycologa" è un nome che mi sono data mentre stavo per "rinascere" nella mia seconda vita, quella 2.0. Dato che le definizioni mi stanno strette, creano automaticamente dei limiti, ho deciso di inventarmi un nome tutto mio (di cui sono talmente gelosa da averlo registrato). La Beautycologa è certamente una cosmetologa, formata all'Università Statale di Milano: è imprenditrice di una start up innovativa 100% femminile che produce cosmetici, è una divulgatrice che ama raccontare la scienza dei cosmetici, è un'autrice di articoli scientifici sottoposti a revisione per Cosmetic Technology, la più importante rivista di settore, è autrice anche di un manuale che sta per uscire con Red Edizioni, e da poco anche un'insegnante. Direi che la definizione "uno, nessuno centomila" di Pirandello mi calza benissimo, anche perché non voglio mettere limiti alle sfaccettature che la Beautycologa potrà prendere, voglio lasciar fluire, sperimentare e soprattutto vivere e godermi ogni opportunità che mi si presenterà.

La Beautycologa

2 - Fai molta ricerca sugli attivi io ti ho conosciuta così, sono da sempre stata affascina da questo mondo. Qual’ è ad oggi il tuo preferito ?

La mia grande passione è scavare a fondo la letteratura scientifica per ogni singolo attivo. E' solo così che metto insieme gli ingredienti per le mie formule. Certamente la Niacinamide è nel mio cuore, ma lo era prima che diventasse di moda, poiché è poliedrica, multitasking e va d'accordo davvero con tutti. Per questo è finita in molte delle mie formule. Ma sono terribilmente affascinata da tutte quelle molecole con una forte letteratura che ne comprova l'efficacia, ma che per motivi fisici o chimici diventano un vero incubo per i formulatori. Queste molecole per me rappresentano delle sfide formulative e le sfide mi tengono viva. Te ne cito qualcuna con cui mi sono cimentata e altre con cui spero di cimentarmi a breve: Acido AzelaicoAcido AscorbicoRetinolo... 


3 - Qual è stato il primo prodotto nato in casa Beautycology?

In realtà sono partita a studiare 5 formule contemporaneamente, ma i tempi di ricerca e sviluppo non si possono mai prevedere, così al momento del lancio, il 9 novembre 2020 (giorno del mio 39° compleanno) sono partita con 3 formule: Mousse Away, Ray of Light e Guess My Age. Le altre due, Multitasking Oil e Perfect & Pure sono arrivate da lì a un mese e mezzo. (N.d.r Per conoscere i prodotti visita Beautycology.it)


4 - Tu scrivi articoli anche per testate giornalistiche scientifiche che differenza c’è tra raccontare sui giornali e sui social?

Il tone of voice è totalmente diverso. Mi sento sicuramente più a mio agio nel divulgare la scienza, ovvero renderla semplice e fruibile a chi non ne sa nulla, e mi piace utilizzare i cosmetici per far capire come funziona il pensiero scientifico. Il mio obiettivo più alto è quello di aiutare le persone a familiarizzare con la scienza, in modo che ci si possa creare un proprio senso critico, utile per valutare quello che ci viene raccontato, che si tratti di cosmetici, ma anche di dieta o di vaccini... La prima volta che ho preparato un articolo per Cosmetic Technology è stato strano. Il tone of voice di una review scientifica che sai che verrà revisionata da un comitato scientifico prima di venir letta da persone del settore, è totalmente diverso. E' stato sfidante, ma come avrai capito le sfide non mi spaventano, sono senza dubbio il sale della vita.


5 - Ora veniamo alle domande Beauty: mi piacerebbe sapere la tua definizione di bellezza!

Bellezza è armonia, equilibrio, unicità. Siamo abituati a misurarci con gli stereotipi di bellezza a cui veniamo sottoposti. Questi di norma generano frustrazione, perché nessuno nemmeno una super model risponde al 100% a quei canoni. Vi ricordate quando Chiara Ferragni veniva presa costantemente in giro per i suoi piedi "brutti"? La chiave è iniziare a capire che ognuno di noi può, facendo leva sulla propria unicità, rendersi armonioso, particolare e dunque bello. Questo di norma avviene quando comprendiamo che l'erba del vicino non è necessariamente più verde, magari quel vicino ha semplicemente deciso di prendersi cura del suo giardino, accettandone i limiti, enfatizzandone le peculiarità, rendendosi dunque armonioso e unico. Direi che l'amore per se stessi si vede e quando ci amiamo e iniziamo a prenderci cura di noi, in automatico emaniamo qualcosa che gli altri definiscono bellezza.

6 - Sai che sul mio blog e profilo Instagram parlo di Skincare ma anche di accettazione del tempo che passa, Marilisa ha paura del tempo che passa ? Quanto dedichi alla tua persona?

Guarda, poter assistere al tempo che passa è un privilegio. Mio padre è mancato a 54 anni, mio nonno a 49. Nessuno potrà mai vederli con il viso pieno di rughe e la pelle avvizzita, segni tangibili del tempo che passa sulla propria pelle. E questo è purtroppo lo stesso segreto che ha reso Marilyn Monroe l'icona che è. Molte altre dive del cinema sono invecchiate, sono cambiate nel tempo, ma lei no. E se questo può aiutare la creazione del "mito" è un vero peccato per l'essere umano. Più che paura del tempo che passa, ho il timore che il tempo possa finire troppo presto. Mi piacerebbe che mi fosse concesso il tempo di poter assaporare ogni stagione della vita. Cosa che diamo per scontata, ma che non viene concessa a tutti. "Mens sana in corpore sano" dicevano i latini. Cerco di accudire sia la mia mente che il mio corpo, ma sono umana e a volte eccedo nell'accudire più uno dell'altro. Mi sento ancora un'apprendista, ma sto cercando di fare del mio meglio.


7 - Da chi ti fai influenzare quando si tratta di bellezza hai un modello da seguire?

Francamente non ho un modello a cui mi ispiro. Nella moda mi piacciono molto le linee anni '50, che si addicono alla mia fisicità. Ma amo anche i tagli dei vestiti della Space Age. Quando ho tempo mi piace cucirmi da sola degli abiti che si ispirano alla moda di quei periodi. Per il resto, capelli, trucco ecc., cerco di valorizzare al meglio le mie caratteristiche.  


8 - Quale è il prodotto della concorrenza che ha catturato la tua attenzione e chi ti è piaciuto o ti piacerebbe provare?

Impossibile citarne uno solo, sono terribilmente affascinata da tutte quelle formule che in un modo o in un altro hanno cambiato profondamente la storia della cosmetica: ti faccio qualche esempio. La Eight Hour, una crema creata nel 1930 da Elisabeth Arden per curare le ragadi che si formavano sulle zampe dei suoi amati cavalli e che pare aver "curato" il ginocchio sbucciato di un bambino in "eight hour", otto ore appunto. O la Nivea, che deve il suo nome al fatto che nel 1911 venne per la prima volta formulata un'emulsione "bianca come la neve" grazie all'uso dell'eucerit, un emulsionante dalle caratteristiche nuovissime per l'epoca. Mi piacerebbe un giorno poter creare nel mio piccolo una formula che possa rappresentare una piccola rivoluzione in campo cosmetico


9 - Vuoi dare un consiglio beauty ai lettori?

Di iniziare a prendersi cura della propria pelle, imparando a rispettarla. Per fare questo non bisogna comprare i prodotti più costosi o quelli che hanno "funzionato" sull'amica o sulla influencer di turno. Bisogna per prima cosa prendere coscienza della propria pelle e dalla sua unicità e iniziare da lì a fare un percorso con lei, che durerà per tutta la vita. Una frase che adoro è "Selfcare starts with Skincare". La cura di noi stessi comincia con la Skincare. Un momento che ogni giorno ci ritagliamo per prenderci cura di noi stessi, non solo della nostra pelle. Deve diventare un momento nostro, in cui spalmandoci quel cosmetico formulato appositamente per le esigenze uniche della nostra pelle ci accarezziamo e diciamo a noi stessi, mi prenderò cura di te.


10 - Siamo giunte alla fine: il 2022 è appena iniziato, da poco sono usciti nuovi prodotti in casa Beautycology , ma so che c’è un’altra sorpresa, il tuo libro! Di cosa si tratta?

Si tratta di manuale pensato principalmente per accompagnare chi non sa nulla di Skincare, ma che vuole imparare a prendersi cura di se stesso e della propria pelle. Il tono di voce è semplice e scherzoso, ma è molto dettagliato, preciso e rigoroso. Tutto quello che ho scritto riporta fedelmente il pensiero della scienza ad oggi sul tema. Per quanto sia pensato per chi parte da zero, è sicuramente ricco di informazioni che anche i più esperti troveranno utili.

Si parte dall'aiutare il lettore a capire qual è il proprio tipo di pelle e come fare a capire quando sta cambiando, sì perché non rimane immutato nel tempo e le esigenze della nostra pelle cambiano più spesso di quanto si creda. Dopo di che si aiuta a capire come organizzare una Skincare completa, attraverso i tre momenti fondamentali: detersione, idratazione e protezione solare. Il bonus è rappresentato dall'esfoliazione, step non fondamentale, ma in grado di portare la propria routine a un livello "pro". Il libro si conclude con un piccolo glossario e una serie di falsi miti che ancora sono duri a morire. Volevo trovare un modo per aiutare chi mi segue a capire come organizzare al meglio la propria Skincare. Capendo sia come poter fare da soli, sia come e quando chiedere l'aiuto di un esperto. La presa di coscienza di sé e della propria pelle credo sia fondamentale anche per capire quando è arrivato il momento di farsi aiutare, sia che si voglia chiedere l'aiuto di una Skin Therapist, che di un'estetista, o di un dermatologo.

Ringraziando Marilisa per la gentilezza e disponibilità, colgo l’occasione per invitarvi a seguire il suo profilo Instagram: quando si parla di skincare, c’è sempre da imparare ed è davvero bello divulgare e condividere contenuti e approfondimenti preziosi, frutto dell’impegno e della passione di chi ha fatto della scienza e della cosmesi, un vero e proprio stile di vita.

La vostra Beauty Coach 

Cristina

Se seguite con assiduità i miei riferimenti, più volte, specie sul mio profilo Instagram, mi avrete sentito parlare di For Farma, azienda conosciuta in farmacia e con la quale collaboro con soddisfazione da ormai due anni, dopo aver conosciuto nel periodo del lockdown, la founder Laura Bergo con la quale mi sono subito trovata in sintonia “sposando” appieno la sua filosofia.

Ormai avrete senza dubbio imparato a conoscermi, consapevoli che, quando scelgo di parlarvi di un brand, così come di un prodotto, suggerendovi i benefici offerti, lo faccio perché sono la prima a credere nella relativa efficacia, abbracciando al contempo i valori che la stessa azienda riesce a trasmettere a me. Allo stesso modo sapete che la mia attività di beauty coach, mi impone di “prendermi cura di voi” e della vostra pelle a 360°, mediante un protocollo skincare personalizzato e su misura, pensato per garantirvi i migliori risultati possibili, in funzione delle vostre esigenze e necessità.

Tutto questo per dirvi che ritengo For Farma una validissima azienda che, oltre ad offrire referenze formulate con principi attivi ed elementi naturali, soddisfa i più elevati standard qualitativi per assicurare al consumatore finale, efficacia e sicurezza, senza alcun tipo di compromesso.

Prima di parlarvi però di uno tra i prodotti di cui non posso farne a meno, che ha risolto il mio problema di sempre e ancor di più ora che sono in menopausa, ci tengo a fare una breve panoramica sulla sua storia in modo tale che abbiate chiara la mission che guida quotidianamente For Farma, così come il concept relativo ad ogni singolo prodotto presente da catalogo.

Cristina Vignali

Come nasce For Farma

Come vi ho anticipato precedentemente, For Farma propone una vasta gamma di nutraceutici efficaci, sicuri e completamente naturali, gli stessi che rappresentano l’aiuto più valido al fine di raggiungere e mantenere il benessere psicofisico

Semplici e moderni, tutti i prodotti For Farma rappresentano il connubio perfetto tra scienza e tradizione, senza però tralasciare il rispetto e la tutela dell’ambiente che ci circonda. Ulteriore caratteristica fondamentale che contraddistingue, sia gli integratori alimentari a base vegetale che le creme e le pomate, è rappresentata dalle formule, tutte costituite da dosaggi, titolazioni, posologie e forme farmaceutiche perfettamente in con la letteratura scientifica e secondo le indicazioni del Ministero della Salute, oltre ad essere prive di glutine e lattosio.

Nutraceutici For Farma: il concept

Come vi ho anticipato pocanzi, For Farma propone una vasta gamma di nutraceutici efficaci, sicuri e completamente naturali, gli stessi che rappresentano l’aiuto più valido al fine di raggiungere e mantenere il benessere psicofisico

Semplici e moderni, tutti i prodotti For Farma rappresentano il connubio perfetto tra scienza e tradizione, senza però tralasciare il rispetto e la tutela dell’ambiente che ci circonda. Ulteriore caratteristica fondamentale che contraddistingue, sia gli integratori alimentari a base vegetale che le creme e le pomate, è rappresentata dalle formule, tutte costituite da dosaggi, titolazioni, posologie e forme farmaceutiche perfettamente in con la letteratura scientifica e secondo le indicazioni del Ministero della Salute, oltre ad essere prive di glutine e lattosio.

Nimbusin For Farma Nutraceutici
Nimbusin For Farma Nutraceutici

Vi presento Nimbusin, il mio integratore preferito

Più volte ve ne ho parlato sul mio profilo Instagram esaltandone tutte le caratteristiche, peculiarità e benefici (nel caso potete consultare le storie in evidenza dedicate): sto parlando di Nimbusin, l’integratore alimentare che da tempo utilizzo con enorme soddisfazione, pensato per aiutare a drenare i liquidi in eccesso, favorendo al contempo la microcircolazione. Un prodotto  che ha ottenuto feedback positivi anche tra le mie clienti, che autonomamente ormai e’ entrato a far parte della loro quotidianità e necessità. Perfetto per chi soffre di gonfiore, ritenzione idrica e cellulite, è formulato con con estratti di rusco, centella ed equiseto unitamente a una miscela di Gag’s o glucosamminoglicani, composti  da molecole di acido ialuronico, collagene, condroitina solfato, principali costituenti della matrice extracellulare e in grado di promuovere il trofismo del connettivo.

Come qualsivoglia supplemento alimentare, anche Nimbusin necessita di essere assunto a cicli con costanza e regolarità, in particolare nel periodo del cambio di stagione dove trovo tale supplemento particolarmente indicato: sono sufficienti 1/2 compresse al giorno per almeno 2/3 mesi, (la posologia dovrà essere valutata in consulenza per un protocollo personalizzato, potendo  aumentare la dose fino a 6 cpr) accompagnate da un bel bicchiere d’acqua per assicurarsi un autentico concentrato di benessere!

Nimbusin non presenta controindicazioni ma è sconsigliato in gravidanza o allattamento così come qualora assumiate farmaci anticoagulanti.

A ulteriore garanzia di sicurezza e affidabilità, Nimbusin è incluso nel Registro degli Integratori Alimentari del Ministero della Salute.

Io ne sono estremamente soddisfatta e non posso fare altro che suggerirvi una prova, rinnovandovi il mio codice sconto CRI20, così potrete acquistare Nimbusin, come tutte le referenze presenti nel catalogo For Farma col 20% di sconto. Un’ottima occasione dunque per fare scorta di “benessere” in favore della vostra pelle e del vostro organismo!

Prima di congedarmi con un caro saluto rivolto a tutte voi, voglio anticiparvi una piccola “chicca”, sempre dedicata a For Farma: non voglio svelarvi troppi dettagli ma…con l’arrivo del nuovo anno, arriveranno grandi novità, attraverso il lancio di un nuovo prodotto per il quale sono stata coinvolta come testing. Ovviamente a tempo debito ne saprete di più e sarà mia cura fornirvi tutte le informazioni del caso!

Vi ricordo che per qualsiasi informazione legata al mio servizio di consulenza skincare, potete tranquillamente scrivermi su Whatsapp o in alternativa inviarmi una mail all’indirizzo info@cristinavignali.it. A disposizione anche il modulo contatti presente sul sito.

Ovviamente avremo modo di risentirci mediante la newsletter prima di Natale per farvi i miei più sinceri auguri! Non siete ancora iscritte? Potete farlo cliccando qui!

Un abbraccio

La tua beauty coach

Cristina 

Le labbra sono una zona estremamente delicata e priva di sostegno. E' normale allora che con il tempo, la mimica e le sollecitazioni continue si disitratino con conseguente "svuotamento" del tessuto labiale accelerando l'invecchiamento stesso, mostrando pieghe e rughette chiamate anche "codice a barre". Per averle perfettamente idratate e levigate, è fondamentale tenere in considerazione anche il fattore età': così come il resto del viso, anche la pelle delle labbra va a perdere idratazione e le cellule rallentano la produzione di collagene ed elastina. Avere le labbra secche, screpolate e rovinate è una problematica piuttosto diffusa durante tutto l'anno sebbene la stagione invernale risulti particolarmente deleteria se non si prendono le dovute precauzioni. Se seguite i miei riferimenti social, saprete che dedico sempre particolare attenzione alla cura delle mie labbra, non solo per prevenirne i caratteristici segni del tempo ma anche e soprattutto per valorizzarle al meglio, rendendo in questo modo l’aspetto dell’intero viso, sicuramente più curato e nelle migliori condizioni.

In questo articolo voglio pertanto suggerirvi da buona beauty addict, come costruire una routine dedicata proprio alla cura delle labbra affinché, mediante l’uso di prodotti mirati, efficaci e performanti, risultino sempre “tutte da baciare”!

Labbra secche e screpolate: le cause

Sono innumerevoli le possibili cause e i fattori che concorrono nel determinare spiacevoli quanto fastidiosi disturbi a carico delle labbra, primi tra tutti gli agenti atmosferici: freddo, vento e basse temperature in generale, influiscono sulla salute delle labbra, rendendole particolarmente secche e screpolate. Allo stesso modo anche il sole può provocarne il danneggiamento, questo se non si prendono le dovute precauzioni. Parola d’ordine dunque è “protezione”, in questo caso mediante balsami labbra idratanti, nutrienti e formulati con filtri solari protettivi adeguati.

Anche la scarsa idratazione rende le labbra secche, spesso accompagnate da pelliccine in evidenza e in casi gravi da ragadi particolarmente dolorose: oltre a bere circa 2 litri di acqua al giorno, è sicuramente utile l’ausilio di un buon  stick labbra da applicare più volte durante la giornata per preservare al meglio l’idratazione della mucosa labiale.

Da non sottovalutare poi l’azione disseccante dei prodotti labbra considerati “aggressivi”: le tinte labbra così come i rossetti ultra-mat o a lunga tenuta tendono a comportare disidratazione, motivo per cui è sempre utile evitare di abusarne, riservandone l’applicazione solo alle occasioni speciali! Lo stesso vale per il dentifricio, non utilizzarne mai troppo e prediligere la qualità.

A determinare labbra secche e screpolate a volte irritate possono tuttavia essere anche eventuali patologie cutanee quali ad esempio l'herpes: chi purtroppo ne soffre, tende a riscontrare notevole secchezza e disidratazione, anche a causa dei prodotti farmaceutici utilizzati.

Giunte fino qui non perdiamo di vista anche il tempo che passa , vi starete sicuramente chiedendo come fare per avere labbra morbide, rimpolpate e idratate tutti i giorni, a prescindere dalle condizioni climatiche e da tutti quei fattori che possono pregiudicarne la naturale bellezza: come sono solita suggerire, occorre costruire una vera lip routine anche in questo caso, attenendosi ad una serie di passaggi utili a garantire il benessere delle labbra, il tutto ovviamente con l’ausilio di prodotti mirati e di sicura efficacia. Le labbra non sono meno importanti del viso, ricordatevelo! E poi anche loro invecchiano.

Beauty Routine labbra per renderle turgide, idratate e vellutate

1. ESFOLIARE

Con l'obiettivo di prevenire i caratteristici segni dati da secchezza e disidratazione che rendono le labbra decisamente poco attraenti, è fondamentale esfoliarle una volta alla settimana: con una maggiore frequenza sarebbe inutile poiché la mucosa labiale non produce cellule morte. 

Grazie all’esfoliazione, la superficie delle labbra risulta non solo più levigata ma al contempo anche più ricettiva ai trattamenti precedentemente applicati. A tal proposito vi consiglio lo Spazzolino Magic Lips Tensei, realizzato in morbido silicone, col quale massaggiare la mucosa con delicatezza, stimolando al contempo la microcircolazione. Ideale per la sera, dopo aver effettuato il massaggio, l’applicazione di One Touch Glow Tensei, formulato con acido ialuronico e vitamina C, per preservare la bellezza delle labbra, promuovendone il naturale turgore.

Tense One Touch Glow
Tense One Touch Glow

In alternativa potete ricorrere a prodotti esfolianti specifici quali Vivibiotic Scrub labbra a base di probiotici: applicatelo sulle labbra asciutte massaggiando leggermente con movimenti circolari, per poi risciacquare l’eccesso con acqua fresca. Il risultato è garantito!

ViviBiotic Scrub Labbra Maschera Magica
ViviBiotic Scrub Labbra Maschera Magica

2. IDRATARE E NUTRIRE

Per prendersi cura delle labbra quotidianamente è necessario utilizzare con regolarità, uno stick protettivo e idratante, applicandolo ogni volta che ne avvertite il bisogno. Scegliete preferibilmente un formato pratico che possa essere portato ovunque, in borsa o in ufficio durante le ore di lavoro.

Connettivina Stick Labbra con acido ialuronico al 2% permette di mantenere idratata la mucosa, prevenendo efficacemente i caratteristici segni dati dalla secchezza.

Perfetto per nutrire e rendere morbide le labbra secche, vi suggerisco anche Coccolone Ultra Balm di Clio Makeup, per il quale se vi ricordate, ho avuto modo di effettuare uno shooting (trovi il video qui!) relativo alla campagna di lancio del prodotto. Una bellissima esperienza!

Facile da applicare e da utilizzare, si tratta di una maschera labbra leave-in ricca di attivi nutrienti che restituisce una piacevole sensazione di morbidezza e comfort assoluto. Diventerà ben presto il vostro migliore amico, ne sono certa!

Coccolone Ultra Balm Clio Makeup
Coccolone Ultra Balm Clio Makeup

3. RIPARARE

Se le vostre labbra sono screpolate o rovinate, occorre ripararle, applicando uno strato piuttosto generoso di balsamo labbra o di maschera specifica, avendo cura di lasciare agire il prodotto per tutta la notte. In questo caso vi suggerisco Laneige Lip Sleeping Mask, una maschera labbra notturna dalle spiccate proprietà cicatrizzanti e restitutive, in grado di nutrire e riparare la mucosa in profondità, anche se particolarmente sofferente. 

Laneige Lip Sleeping Mask
Laneige Lip Sleeping Mask

Tra i miei prodotti preferiti, compare anche Skinius Noagy un balsamo labbra rigenerante, antiossidante e nutriente dalla texture esclusiva di ultima generazione, di cui proprio non posso più fare a meno, anche in virtù della praticità del formato in tubetto con applicatore: può essere utilizzato per il giorno così come per la sera (nel formato vasetto da 15ml) rivelandosi ottimo anche come contorno labbra anti-age riparatore, formulato con il complesso Fospidina e microsfere di acido ialuronico.

Skinius Balsamo Labbra NoAgy
Skinius Balsamo Labbra Noagy

Ritroviamo l’acido ialuronico anche nel Lip Volume KIKO Milano, validissima alternativa economica che permette di prendersi cura delle labbra, abbinando all’idratazione, un piacevole effetto rimpolpante e volumizzante che ci permette di mettere da parte il rossetto!

Ideale per chi non vuole rinunciare al makeup, pur prendendosi cura delle proprie labbra, restituisce turgore e idratazione, esaltando il naturale colorito della mucosa.

4. PROTEGGERE

Proteggere le labbra dal sole è fondamentale, tanto in estate quando durante la stagione invernale, questo poiché anche la mucosa labiale è particolarmente sensibile all’azione dannosa dei raggi UV. In inverno è pertanto basilare proteggere le labbra utilizzando un balsamo labbra che presenti comunque un filtro protettivo, in modo tale da preservare la giovinezza e la vitalità delle vostre labbra.

Cosa vi consiglio? ISDIN Protector Labial 50+, uno stick labbra con fattore di protezione elevato, pensato per proteggerle dalle condizioni estreme quali vento, sole e basse temperature, idratandole e nutrendole intensamente, senza effetto bianco sulle labbra.

ISDIN Protector Labial SPF 50+
ISDIN Protector Labial SPF 50+

Un viso dall’aspetto sano, curato e giovane dipende anche dal benessere delle labbra: prendercene cura in maniera adeguata: solo così potremmo dispensare baci e sorrisi con la certezza di apparire ancora più belle! Diciamoci la verità, a nessuna piace mostrare labbra secche e avvizzite! Meglio intervenire tempestivamente, coccolandole ogni giorno… morbidezza e turgore diventeranno così delle costanti!

La Tua Beauty Coach

Cristina

Nel settore cosmetico, si parla molto di attivi: la stessa ricerca fa a gara per ricercarne costantemente di nuovi, così come per potenziare o addirittura combinare quelli già ormai noti e dall’efficacia conclamata.

Nei miei tanti anni in farmacia ho potuto conoscere da vicino questa evoluzione e nuove scoperte.

Oggi voglio parlarvi di un attivo che personalmente amo molto, un attivo messo a punto da un’ azienda con cui collaboro ormai da tempo: qualitàrigore scientifico e passione per la dermatologia sono il segreto di SKINIUS, un marchio dermatologico di cosmetici funzionali, 100% italiano che produce anche integratori alimentari, caratterizzati da attivi sinergici e complementari

Attivi skincare performanti
Attivi skincare performanti

SKINIUS: Storia del brand

SKINIUS è un’azienda nata da un’idea della biologa Dott.ssa Mariagrazia Boniardi che, grazie alla sua solida esperienza di ricercatrice, studiosa delle membrane cellulari e lei stessa “prima” paziente dermatologica a causa della sua pelle intollerante, ha scelto di concretizzare il proprio progetto mettendo a punto una vasta gamma di referenze dall’ormai comprovata efficacia e in grado di garantire risultati davvero tangibili sia sul breve che sul lungo periodo, cercando di soddisfare le esigenze di ogni tipologia di consumatore finale.

Mission di SKINIUS è trattare la pelle con scienza e coscienza: proprio da qui, trae origine il nome SKIN(pelle) IUS (diritto). Una filosofia che ha insito in sé un importante concetto da me particolarmente sentito e condiviso: accompagnare l’inevitabile trascorrere degli anni sulla nostra pelle con scienza e coscienza.

Fospidina: di che si tratta

Ma torniamo a noi: l'evoluzione e i nuovi studi in dermatologia hanno convalidato un complesso rigenerante che supera il classico antiage : la FOSPIDINA. Questo complesso dall'azione anti-invecchiamento e rigenerante è composto dalla combinazione di fosfolipidi derivati dalla soia e glucosamina, precursore dell'acido ialuronico

Acido ialuronico e collagene sono i protagonisti indiscussi del mondo antiaging. Questi due elementi sono indispensabili per mantenere la pelle giovane, turgida e luminosa. Ecco perché la maggior parte dei  brand di skincare vantano creme a base di collagene e acido ialuronico che promettono risultati miracolosi: tuttavia ormai tutti sappiamo che le rughe, una volta formate, sono quasi impossibili da eliminare mediante una semplice crema viso con acido ialuronico e collagene:  un'attenta prevenzione può comunque essere utile per ritardare il cronoaging, e migliorare lo status di tali inestetismi.

E qui entra in gioco questo favoloso complesso attivo: la Fospidina. Questo nuovo complesso ha rivoluzionato il mondo skincare, adottando un  approccio più cosciente e realistico che punta sulla rigenerazione dei tessuti come step vincente per migliorare  i segni dell'invecchiamento cutaneo.

Elemento cardine è senza alcun dubbio la glucosamina, una molecola più piccola rispetto all'acido ialuronico, che si lega perfettamente ai fosfolipidi, potenti carrier che veicolano più in profondità gli attivi come acido ialuronico e la stessa glucosamina. Insomma il risultato, garantito dalla glucosamina è quindi un'idratazione più profonda che, a propria volta restituisce in questo modo una pelle visibilmente più distesa e…una pelle più distesa e idratata è sinonimo di pelle sana .

Che poi è il traguardo delle mie consulenze!

Come cerco sempre di fare capire alle mie clienti o pazienti di studio che una pelle perfetta è impossibile averla ma una pelle sana e curata è un traguardo raggiungibile!

Skinius prodotti skincare e principi attivi
Skinius prodotti skincare e principi attivi

Parliamo dei fosfolipidi: cosa sono?

fosfolipidi sono biocompatibili con le membrane cellulari del tessuto connettivo e per questo si rivelano dei fantastici carrier: in parole povere, non sono altro che “trasportatori” o vettori di attivi fondamentali che permettono di massimizzare i benefici della crema alla Fospidina. Nel caso specifico, i fosfolipidi trasportano la glucosamina più in profondità, nell'epidermide fino al derma, innescando così un'azione rigenerante e idratante visibile in tempi relativamente ridotti rispetto all'utilizzo di una normale crema viso a base di acido ialuronico e collagene. 

Chi mi segue, conosce la mia propensione ad abbinare all’uso topico delle creme, l’uso sistematico degli integratori: una buona regola per massimizzare i risultati e ridurre più velocemente i segni del tempo, è sicuramente quella che vede abbinare la crema viso o il siero viso ad un integratore anti age, sempre a base di Fospidina.

In questo caso parliamo di effetto booster, aiutare cioé la pelle dentro e fuori, per attenuare tutti gli inestetismi cutanei dovuti all'invecchiamento.

La mia esperienza personale e i feedback raccolti nelle mie consulenze fanno di questo complesso attivo uno dei miei must have, specie per tutte quelle pelli reattive accompagnate da inestetismi evidenti. Tale combinazione risulta altresì ottima anche per gli uomini, in virtù di texture sensoriali e assorbibili con facilità, senza ungere!

Il cavallo di battaglia della linea SKINIUS è il siero attivo FOSPID : la sua elevata azione rigenerante promuove e massimizza il processo fisiologico di riparazione e rigenerazione cellulare, migliorando in tal modo la condizione cutanea in essere.

Si tratta di un prodotto multitasking che si può utilizzare viso, collo, décolleté e contorno occhi quotidianamente, rivelandosi un fedele alleato post trattamenti estetici (peeling chimici, dermosbrasioni, filler ecc) o come doposole.

Skinius Noagy e Fospid
Skinius Noagy e Fospid

Adatto all’uso quotidiano o anche uso maschera, il siero attivo FOSPID può essere applicato su viso e collo dopo la detersione  (una quantità leggermente più generosa  rispetto all'uso siero) mantenendolo  in posa per 5/10 minuti, proprio come una comune maschera viso. Occorre poi risciacquare con acqua tiepida oppure massaggiare delicatamente i residui per favorire l'assorbimento, per poi procedere con l’applicazione della crema viso abituale.

E non finisce qui! Il siero attivo FOSPID è adatto anche all’uso localizzato: si può utilizzare mattina e sera sulle zone corporee da trattare, in caso di smagliature, lassità cutanee e inestetismi delle cicatrici: con la costanza i risultati non tarderanno a manifestarsi e ne resterete sicuramente soddisfatte!

Credo di aver detto veramente tutto… anzi l’ultima cosa che mi è piaciuta molto di questa azienda 

parlando in campo social è l’hashtag che hanno scelto per rappresentarla: #cellulefelici.

Se anche tu vuoi provare le referenze proposte da SKINIUS, puoi usufruire del mio codice sconto fornitomi dall’azienda proprio per la mia community: una volta effettuati i vostri acquisti sul sito ufficiale SKINIUS, sarà sufficiente inserire nel carrello, prima di procedere col pagamento, il codice SKNCRV-AL. Spero vi faccia piacere e…attendo ovviamente anche i vostri feedback!

La Tua Beauty Coach 

Cosa sono le macchie cutanee? Le conosci? Sai che ne esistono di differenti tipologie?

Conosciute anche come discromie, non sono altro che vere e proprie alterazioni della pigmentazione della cute, che si concentrano maggiormente nelle zone più esposte del corpo, e quindi viso, décolleté e mani e braccia.

Le macchie cutanee non sono tutte uguali e in quanto tali, necessitano di essere trattate in maniera mirata e specifica: ecco come riconoscerle, classificare e come contrastare tale inestetismo in maniera efficace!

Perché si formano le macchie cutanee

Le macchie o discromie cutanee, rappresentano la diretta conseguenza di una eccessiva e anomalaproduzione di melanina, pigmento prodotto dai melanociti, ovvero cellule che risiedono nello strato basale dell'epidermide, determinano il naturale colorito della pelle. 

A causa dell'azione dei raggi solari UVA e UVB, la pigmentazione dell'epidermide viene inevitabilmente alterata: la “tintarella”, non è altro che un meccanismo di difesa messo in atto dalla pelle, sottoposta a condizioni innaturali dall’azione dei raggi ultravioletti.

Sono infatti i raggi UV a comportare un aumento della produzione di melanina da parte dei melanociti, successivamente veicolata agli strati cutanei per difendere il DNA cellulare dalle stesse radiazioni pericolose. 

Tale meccanismo tuttavia, tende progressivamente ad alterato, restituendo un'eccessiva produzione e/o modificazione della melanina che, proprio a livello dell’epidermide si manifesta con le cosiddette macchie cutanee.

Macchie cutanee tipologie

Come anticipato, esistono innumerevoli tipologie di macchie cutanee di differente entità ed evidenza:

Macchie cutanee
Macchie cutanee - Fonte: IStock

Come possiamo intervenire sulle macchie e quali sono le cause scatenanti?

Quando si parla di macchie cutanee, la prevenzione, rappresenta senza alcun dubbio il trattamento più efficace: un’adeguata protezione solare oltre a difendere la pelle dai raggi solari, aiuta a prevenire e ridurre la formazione di tali discromie.

Tra le cause più comuni che possono favorire la comparsa di macchie, compaiono gli squilibri ormonali: l’utilizzo della pillola anticoncezionale, così come la gravidanza e la menopausa, rappresentano fattori decisivi nella formazione di macchie cutanee e discromie sulla pelle di noi donne.

Il cloasma gravidico che si manifesta in gravidanza, è l’unico inestetismo che,, una volta terminato il periodo di gestazione, viene riassorbito dalla pelle e tende pertanto progressivamente a scomparire

Ma non è finita qui (purtroppo!): altri fattori che possono concorrere alla comparsa di discromie sono rappresentati da specifiche terapie farmacologiche, così come profumi o cosmetici formulati con sostanze fotosensibili, quali banalmente l’alcool. Cosa suggerisco dunque alle mie clienti? Con loro insisto in modo particolare circa l’applicazione di un efficace SPF, calibrato in funzione del tipo di pelle e fototipo, non solo durante la stagione estiva ma ogni giorno dell’anno.

Come trattare e combattere le macchie cutanee in maniera efficace

Prima di affidarsi a trattamenti specifici da eseguire ambulatorialmente con il dermatologo o medico estetico, possiamo provare a trattare le macchie con rimedi che spesso permettono di ridurre le macchie cutanee in maniera più che soddisfacente quali i prodotti depigmentanti e schiarenti: i più utilizzati sono generalmente a base di rucinoloB-resorcinolo e acido glicolico , retinolo, arbutina, e molti altri, mentre per quanto concerne le cheratosi, di norma sono formulati con acido acetilsalicilico o urea.

Le macchie solari invece, raramente si eliminano con i prodotti domiciliari, per cui dopo una consulenza, è necessario ricorrere a tecniche dermatologiche specifiche, quali ad esempio i peeling chimici. Solitamente i più utilizzati per il trattamento delle lentigo solari sono a base di acido tricloracetico a bassa concentrazione o di acido glicolico; talvolta vengono usati anche peeling con acido piruvico o retinoico.

Io adoro e tratto le mie macchie al termine dell’estate, mediante un trattamento medicale estremamente efficace: sto parlando di  YELLOW PEEL MMSystem, un peeling di ultima generazione, dal colore tipico zafferano, lo stesso che conferisce il nome al trattamento.  Costituito da vari acidi che agiscono in sinergia, garantisce una notevole efficacia pur limitando gli effetti “antisociali” (arrossamento prolungato, croste, esfoliazioni importanti) tipici dei peeling di vecchia generazione. Principale caratteristica del prodotto è la modulabilità, in base al tipo di pelle.

Rappresenta una tra le punte di diamante dello studio estetico dove collaboro e i risultati sono ottimi. Se vuoi saperne di più, contattami!

Cristina Vignali

Ultima spiaggia per rimuovere definitivamente le macchie: il laser e la luce pulsata

L’ultima spiaggia per poter rimuovere le macchie, è il laser o luce pulsata, tra le metodologie maggiormente impiegate per condurre a risoluzione l’inestetismo, anche se di severa entità. Eliminare le macchie della pelle è possibile in alternativa anche attraverso soluzioni quali la crioterapia, il peeling chimico e la dermoabrasione: la scelta della soluzione più adeguata verrà debitamente concordata in sede di consulenza con lo specialista. 

Come agisce il laser? 

Ne hai già sentito parlare? Il laser elimina selettivamente le cellule interessate dall’accumulo di melanina, non lascia cicatrici ma semplicemente un lieve rossore subito al termine della seduta, che scomparirà nel giro di poche ore. Tale tecnica è indicata soprattutto quando le macchie sono circoscritte e non si trovano negli strati più profondi del derma.

Prima di iniziare le sedute, lo specialista vi inviterà ad evitare l’esposizione solare o artificiale (l’utilizzo di lampade solari), questo perché la pelle deve schiarirsi. Diversamente su pelle scura e abbronzata, il laser non “leggerebbe” la macchia e non sarebbe in grado di trattarla. Ovviamente la pelle andrà protetta anche al termine del trattamento, poiché più sensibile e reattiva.

Quali macchie si possono trattare col laser?

Il laser permette di trattare differenti tipologie di macchie dicromiche:

Sconsigliato invece se la pelle è olivastra, ovvero quando appartiene ad un fototipo 4 o 5, e presenta macchie scure ogni qualvolta subisce un trauma, un’escoriazione o una piccola abrasione e nel trattamento del melasma.

Trattare le macchie con laser e luce pulsata
Trattare le macchie con laser e luce pulsata - Fonte: IStock

Luce pulsata contro le macchie cutanee

Parlando di luce pulsata posso raccontare la mia esperienza diretta: feci infatti questo trattamento circa 10 anni fa e devo dire che il risultato si è rivelato risolutivo al 95% [nel mio caso], questo considerando che io ho una pelle che tende a macchiarsi facilmente, accompagnata da lentiggini che presento dalla nascita .

La luce pulsata, usata al fine di ridurre le macchie cutanee, permette di trattare facilmente un’ampia zona di riferimento, cosa che al contrario non avviene col laser: io avevo chiazze sparse su tutto il viso, in particolare modo fronte, guance e “baffetti.”

Prima di iniziare il trattamento, è necessaria una visita dallo specialista per escludere altre problematiche relative alla pelle, oppure escludere abbronzatura, gravidanza o di assunzione di antibiotici o medicinali fotosensibilizzanti. Occorre inoltre essere consapevoli che la luce pulsata non può essere effettuata su pelle interessata da dermatite atopica, herpes: questo tuttavia questo ve lo saprà dire solo il medico.

Durante la seduta, si utilizza un manipolo veicolato da un gel conduttore che dirige la luce sulla zona da trattare; il paziente deve indossare un particolare occhiale in grado di preservare gli occhi dalla notevole fonte luminosa sprigionata dal macchinario durante il trattamento.

Ultimato il trattamento (devo dire indolore ma un pò fastidioso!) tenderà a comparire un lieve rossore che giungerà a risoluzione nel giro di poche ore. Gradualmente la macchia trattata tenderà a scurirsi, per poi divenire una sorta di piccola crosticina che verrà rigettata dalla pelle fisiologicamente e in maniera del tutto naturale. 

Tuttavia per accelerare tale processo di guarigione, è sufficiente applicare i prodotti giusti post trattamento ad azione idratante, più volte al giorno: io consiglio la mia mitica maschera viso lenitiva Avéne, sempre accompagnata da un’adeguata protezione solare da stendere assolutamente prima di uscire di casa.

Certo è che, chi come me presenta una pelle avvezza a macchiarsi, deve assolutamente utilizzare SPF TUTTO L’ANNO, avendo cura di inserire nella skincare routine prodotti schiarenti e uniformanti, perché purtroppo dopo le sedute, non siamo immuni da macchie cutanee [e questo lo sottolineo].

Le macchie cutanee, una volta eliminate, non compariranno più nella solita area corporea, ma potranno comunque ricomparire in altre zone proprio perché la pelle in questo caso presenta fisiologicamente un vero e proprio squilibrio melaninico: per questo assume un ruolo fondamentale la prevenzione e l’uso dell’SPF tutto l’anno così come le tante piccole accortezze che già vi ho spiegato sui miei canali social o in alcuni articoli.

Giunte alla fine ricordate:

SPF tutto l’anno e una specifica #skincareroutine anti macchia: anche qui sottolineo tutto l’anno.

Esistono cosmetici specifici e non fotosensibilizzanti che si possono utilizzare anche nel periodo estivo: se desiderate ulteriori consigli, suggerimenti o una consulenza mirata, come al solito non esitate a contattarmi. Sono a disposizione per costruire con voi un protocollo skincare specifico e mirato, volto a migliorare la pelle del viso in maniera visibile e concreta.

La Tua Beauty Coach

Vi sarete forse chieste almeno una volta nel vostro percorso beauty, se medicina estetica e beauty routine cosmetica abbiano tra loro una correlazione o possano prescindere l’una dall’altra!

Come operatore del settore Beauty ormai da più di 30 anni, prima in Farmacia e ora in uno studio medico estetico, ho sempre affiancato direttamente o indirettamente professionisti come dermatologi e medici estetici, operando come “pioniera” di una figura che oggi è sempre più presente negli studi medici estetici, la Skin Expert o Beauty Coach, agendo in affiancamento al medico, completando la prescrizione o indirizzando il paziente laddove necessiti di un protocollo skincare domiciliare ad hoc, successivo al trattamento estetico effettuato in studio. Se volete saperne di più circa la mia formazione, potete consultare la pagina Chi Sono.

Nel mio lungo percorso lavorativo, molte volte ho sentito la frase – “se faccio i trattamenti di medicina estetica non serve utilizzare creme, vero?”.

Sul punto facciamo quindi chiarezza e iniziamo a capire la diversità che intercorre tra le innumerevoli tipologie di trattamenti dedicati alla cura della pelle, medicali e prettamente cosmetici.

Cosa si intende per skincare cosmetica?

Quando si parla di skincare cosmetica, si intende una beauty routine volta a prendersi cura della pelle quotidianamente, questo al fine di poter ottenere un incarnato sano, liscio ed idratato con il supporto di una Skin Expert.

Una skincare cosmetica utilizza prodotti cosmetici la cui azione è generalmente meno intensa di un protocollo medicale, seppur sia comunque altrettanto importante per mantenere una pelle sana, idratata e protetta.

Sono tante le donne che considerano la beauty routine una perdita di tempo e di soldi: nulla di più sbagliato, perché la nostra pelle rischia di invecchiare precocemente, di sensibilizzarsi, o/e accumulare tossine, agevolando così la formazione di punti neri o comedoni.

Viene dunque ricercata in questo caso la soluzione al problema cutaneo visibile o in funzione dell’esigenza specifica del momento.

Si tratta, insomma, di una beauty routine costruita su misura per la cliente, sia che si rivolga comunque a medico estetico per i trattamenti estetici (in seguito vedremo perché) sia se preferisca curarsi naturalmente.

Cosa si intende per skincare medicale?

Con il termine skincare medicale invece, si fa riferimento ad un regime volto a targhettizzare delle problematiche o patologie della pelle. Tale protocollo prevede una serie di trattamenti che vengono prescritti dal medico specialista (idealmente un dermatologo o medico estetico), per migliorare una patologia o un inestetismo specifico attraverso tecniche più incisive, quali: creme e preparati medicali, farmacologici o filler, bio rivitalizzanti, picotage , peeling chimici ecc., insomma avvalendosi di tecnologie di veicolazione che agiscono nei tessuti cutanei con maggiore profondità.

Medicina estetica e skincare cosmetica
Medicina estetica e skincare cosmetica - Fonte: IStock

Skincare medicale e cosmetica: una esclude l’altra?

Direi proprio di no, anzi la ritengo (e non sono la sola a pensarla cosi'), una perfetta "Combo"!

La medicina estetica è una risorsa importante per il miglioramento della nostra pelle, (talmente importante che si può già iniziare a fare prevenzione dai 26/30anni) ma non può e non deve escludere la sana abitudine di prenderci cura della nostra pelle quotidianamente, idratandola e proteggendola a seconda delle esigenze e dell’’età.

È importante pertanto iniziare un protocollo dal medico estetico con una pelle sana, idratata esfoliata volta a recepire meglio il trattamento e mantenere gli effetti dello stesso ancora più a lungo.

L'individualità è il concetto principale, è ciò che curo principalmente nel mio lavoro e che realizzo predisponendo, di volta in volta, un protocollo ad personam.

Ed è proprio da qui che dobbiamo partire. Come? Con una consulenza cosmetica, per fare il punto della situazione prima di iniziare quello che potrà essere il protocollo di medicina estetica.

Il servizio Consulenza Beauty che offro alle mie clienti, che sia base o avanzato, rappresenta un vero e proprio percorso che ha inizio dall’analisi della pelle e relativi inestetismi, fino ad arrivare alla scelta della skincare routine più adeguata al trattamento degli stessi. Si svolge in modalità one-to-one da remoto mediante video-call: in questo modo puoi ritagliarti un piccolo spazio solo per te, per concederti un regalo o una piacevole coccola, senza dover abbandonare le “mura domestiche”: in alternativa è possibile prenotare la consulenza anche in studio, in modalità vis à vis

Prima di prescrivere un protocollo domiciliare di cura per la pelle, è utile un'anamnesi fisiologica, familiare, patologica: soltanto alla fine posso consigliare il detergente, il trattamento giorno e quello per la notte, più i complementari, e a “braccetto” con il medico estetico, formulare un protocollo combinato per il raggiungimento dell’obiettivo prestabilito con il paziente, oppure in caso di patologia, indirizzare il cliente/paziente dallo specialista.

La figura della Beauty Consultant o Beauty Coach, nel mio caso, rappresenta l’anello di congiunzione tra il paziente e il medico ed è qui che entra in gioco la mia figura che si occupa di valutare e consigliare tra le diverse skincare routine da applicare a seconda dei trattamenti eseguiti in studio.

Di seguito voglio illustrarvi qualche esempio in modo tale che per voi, risulti più chiaro il concetto di “skincare routine specifica”.

Skincare routine post peeling chimico

Il peeling chimico, come ormai saprete, produce un’esfoliazione modulata e controllata delle cellule epiteliali. 

È possibile in questi casi che, a seguito del trattamento, la pelle appaia leggermente infiammata, arrossata, secca, desquamata o sensibilizzata e che quindi necessiti del giusto supporto per ritrovare l'equilibrio. Il trattamento skincare più indicato è quello in grado di riparare il più velocemente possibile queste complicanze, al fine di nutrire e lenire, e soprattutto proteggere i tessuti cutanei in quel momento più esposti.

Skincare routine post rivitalizzazione

La crema che abbinerò a un trattamento di rivitalizzazione deve completarne ed esaltarne l’effetto biostimolante. Come? Stimolando l’attività dei fibroplasti, responsabili della produzione delle proteine di collagene ed elastina, mediante l’applicazione di antiossidanti in grado di bloccare i radicali liberi, aiutando a contrastare la comparsa delle rughe, e apportando acido ialuronico alla pelle, per ristabilire e prolungare l’idratazione.

Skincare routine post filler

Il filler di acido ialuronico cross linkato agisce riempiendo le depressioni cutanee e le rughe profonde, restituendo un viso rimpolpato e più compatto. Qui l’idratazione gioca un ruolo fondamentale sia per preparare la pelle al filler che come trattamento successivo e ad uso domiciliare…E qui faccio un inciso, parlando per esperienza sul campo. Se la pelle non è adeguatamente idratata, l’effetto plumping del filler potrebbe durare meno o risultare meno evidente.

Filler viso e labbra
Filler viso e labbra - Fonte: IStock

Skincare routine post botulino

La tossina botulinica agisce inibendo l’attività di contrazione dei muscoli del viso, permettendo di spianare le rughe, restituendo alla pelle un effetto liftato e perfettamente disteso.

Il trattamento skincare mirato post botulino è caratterizzato generalmente da un cosmetico attivo che mima proprio l’azione della tossina botulinica, inibendo la contrazione dei muscoli, tonificando la pelle e raddoppiando così il suddetto l’effetto liftante.

Questi sono gli esempi basilari, di come Cosmetici e Medicina Estetica possano “andare a braccetto”, agendo in sinergia e massimizzando i benefici del trattamento effettuato.

Ci avevi mai pensato? E’ esattamente per questo che la Consulenza cosmetica è importante tanto quanto il trattamento estetico.

Ora che sei più consapevole, valuta il da farsi e affidati a professionisti se vuoi raggiungere un risultato! Io sono a disposizione con le mie consulenze taylor made sia in studio che online.

Richiedi subito maggiori informazioni inviando una mail a info@cristinavignali.it. In alternativa compila il modulo contatti per prenotare il servizio: sarò lieta di offrirti tutto il supporto di cui necessiti, per restituire alla tua pelle l’originaria salute e bellezza.

Settembre è ormai iniziato e, la conclusione di agosto ha inevitabilmente portato via con sé le piacevoli passeggiate in riva al mare, così come il relax tipico della spiaggia, rendendo le ferie un lontano ricordo.

Tuttavia l’estate ci regala proverbialmente un colorito sano e ambrato, lo stesso che valorizza la nostra pelle, e che tutte noi desideriamo conservare anche nel periodo autunnale: amiche, vi do una bella notizia! 

Tutto questo è possibile strutturando una corretta skincare routine post vacanze in grado di preservare non solo l’abbronzatura ma anche tutti i benefici che il sole sa restituire a seguito di ogni esposizione, sempre però con le dovute accortezze.

Attraverso questo articolo vi suggerirò dunque quelli che sono i cosmetici indispensabili per ripristinare ilnaturale equilibrio cutaneo, contribuendo a rendere la pelle radiosa e visibilmente più sana, mantenendo intatto il colorito conquistato durante le ferie!

Skincare post vacanze: perché la pelle tende ad apparire spenta?

Al rientro dalle vacanze estive, la pelle ora più che mai necessità di maggiori cure e attenzioni, indispensabili non solo per ravvivare il colorito sano e radioso assunto dal viso in questo periodo, ma anche e soprattutto per rigenerarla dopo lo stress provocato dall’esposizione solare, preparandola al meglio all’imminente cambio di stagione.

benefici che solo il sole sa conferire sono ormai noti: tuttavia al rientro dalle ferie, sono sufficienti solo pochi giorni per iniziare a notare la pelle spenta, quasi priva di quell’accento dorato e scintillante che al mare permette di alleggerire il makeup, valorizzando pur sempre i tratti somatici.

Quando infatti l’abbronzatura inizia inevitabilmente a scemare, è piuttosto usuale che compaiano piccole discromie e aree del viso che evidenziano un grigiore esteticamente poco sano: tutto questo è da attribuire proprio all’azione dei raggi solari, responsabili della cosiddetta ipercheratosi, un naturale ispessimento cutaneo che la pelle utilizza come “forma di difesa” ma che automaticamente contribuisce a rendere i tessuti meno elastici e il colorito opaco.

Come arginare l’inconveniente? Beh, rigenerando la pelle, rinforzandone le naturali difese e reidratandola integrando tutti i liquidi persi, garantendole in questo modo luminosità, tono ed elasticità.

Skincare post vacanze
Skincare post vacanze - Fonte: IStock

Pelle rigenerata con l’esfoliazione mediante scrub o peeling 

Siete pronte a mettere in pratica tutti i miei suggerimenti per ottenere di nuovo un incarnato luminoso? La soluzione più indicata è senza dubbio rappresentata da due prodotti a me molto cari di cui abbiamo già trattato sul blog: stiamo parlando di scrub e peeling che, come ormai è noto, non portano via l’abbronzatura, che al contrario tende ad attenuarsi in maniera graduale in funzione del fototipo e delle esposizioni solari, ma rimuovono lo strato cutaneo superficiale, favorendo il turn over cellulare e uniformando in questo modo il colorito.  

Entrambe sono soluzioni valide, che tuttavia agiscono in maniera differente: lo scrub rimuove le cellule dello strato corneo in maniera meccanica, questo grazie alla presenza di attivi naturali, e di formule sempre più attente al rispetto dell’ambiente.

Da tempo infatti, gran parte dei brand hanno bandito definitivamente le microplastiche per prediligere elementi quali semi di nocciola, di albicocca, di ciliegio così come sali minerali e microgranuli di derivazione naturale: lo scrub può essere utilizzato sia sul viso che sul corpo, con la sola accortezza di selezionare prodotti più delicati e meno abrasivi in funzione della zona da trattare.

Al contrario il peeling, agisce in modo chimico, grazie all’utilizzo di acidi specifici, quali gli AHA, gli acidi della frutta o alfaidrossiacidi, svolgono simultaneamente un’azione esfoliante e idratante, permettendo alla pelle di apparire più tonica, luminosa e sana.

In alternativa potete optare per un peeling professionale a base di acido glicolico, lattico e sacilico o tricloroacetico rivolgendovi al vostro dermatologo o medico estetico di fiducia. 

Resta comunque fondamentale non esagerare con l’esfoliazione, limitando tale pratica ad una sola volta alla settimana, questo poiché al termine dell’estate, la pelle, specie del viso, potrebbe risultare maggiormente sensibilizzata. 

Ecco di seguito una serie di referenze che personalmente apprezzo e utilizzo regolarmente e che mi sento di suggerirvi:

N.C.P Essentials Enzymatic Peeling
N.C.P. ESSENTIALS Enzymatic Peeling

Idratazione: parola d’ordine di una corretta skincare post-vacanze

Per rigenerare la pelle dopo le vacanze, il secondo step che ritengo basilare, costituito dall’idratazione, sia del viso che del corpo.

Sul viso, dopo la detersione (vale ovviamente anche la doppia detersione!), sono d’obbligo , booster, sieri e creme viso da scegliere in base alle vostre specifiche esigenze e, ovviamente all’età. Tra gli attivi amici della pelle, non posso certo esimermi dal sottolineare l’acido ialuronico, la Vitamina C così come tutti gli elementi antiossidanti che trovate elencati nell’articolo dedicato.

Sul corpo, invece, potete scegliere una mousse o un burro in grado di garantire un piacevole effetto “cocoon” in grado di giovare alla pelle ma anche al vostro umore!

Ottimo il latte corpo sensoriale di Minus417 Serenity Legend Aromatic Refreshing Body Lotion (utilizzando il codice CRIGIFT ad ogni ordine riceverete un piccolo cadeau!) o per chi ha la pelle secca tendete al prurito Uriage Lait Veloute Corps.

Per approfondire ulteriormente, in questo caso i miei suggerimenti sono orientati verso una serie di creme idratanti altamente performanti e ricche di attivi quali:

Trattamento nutriente e riparatore Timexpertise MV Cosmetics
Trattamento nutriente e riparatore Timexpertise MV Cosmetics

Nutrimento per le pelli più secche

Completamente differente rispetto all’idratazione, sebbene spesso entrambe le cose tendano ad essere confuse, è il gesto di nutrire la pelle in profondità, azione che coinvolge le pelli prevalentemente molto secche.

In questo caso è meglio dunque prediligere texture più ricche, con attivi specifici in grado di arrivare in profondità e agire in modo davvero efficace quali la Vitamina E o Fospidina, questo non significa tuttavia ricorrere a prodotti “pesanti” o di difficile assorbimento: in commercio esistono formule altamente innovative che permettono di nutrire in profondità, garantendo comfort e piacevolezza nell’applicazione.

Come correre ai ripari arginando i danni provocati dal sole

Tra i principali danni provocati dai raggi UV, compare il nemico numero 1 denominato “photoaging”, responsabile, tra le altre cose, della formazione di rughe precoci, macchie e discromie.

Nella maggior parte dei casi, ci si rende conto della presenza di macchie solari, anche a distanza di mesi rispetto all’esposizione al sole, quando ormai la pelle ne risulta inevitabilmente compromessa.

Le lentigo solari e il melasma, che peraltro sono le manifestazioni più comuni, possono essere trattate, seppur non in maniera definitiva, purché si intervenga tempestivamente ricorrendo ad un dermatologo o a un medico estetico.

Diversamente è possibile contenere la problematica utilizzando prodotti specifici ad azione schiarente che aiutino a controllare l’entità delle discromie, evitando che si evidenzino progressivamente. Qualora ne soffriate da tempo, al termine dell’estate è sempre utile fissare un check up in modo tale da affrontare la stagione autunnale nel modo migliore, preservando la pelle nelle condizioni ottimali! 

Una chicca in più? Per una remise en forme completa, io suggerisco sempre di prendersi cura della pelle e del corpo, non solo mediante l’utilizzo costante di cosmetici adatti, ma anche dall’interno, assumendo regolarmente integratori sicuri, efficaci e performanti.

Voglio dunque suggerirvi:

Tonifix.IN integratore Skinius
Tonifix.IN integratore Skinius

Effettuando un ordine sul sito Skinius e utilizzando il codice SKNCRV-AL potete fruire del 10% di sconto sull’intero ordine!

Ricordo in ultimo che dal 1° di settembre è nuovamente possibile fissare un appuntamento per fruire della mia consulenza beauty: insieme possiamo definire il protocollo skincare più adatto in funzione della stagione e del tuo tipo di pelle. Prenota subito la tua consulenza, sarò lieta di fornirti tutti gli stimoli necessari a prenderti cura della tua pelle: con la costanza i risultati non tarderanno ad arrivare e sono certa che mi ringrazierai!

La tua Beauty Coach 

Cristina

Tutte noi sogniamo una pelle sana, luminosa e priva di antiestetici segni del tempo, quali macchie, rughe, discromie e linee sottili: tuttavia per mantenerla tale, è necessario puntare tutto sulla “prevenzione”, cercando quanto più possibile, di combattere il cosiddetto invecchiamento cutaneo.

A determinarne gli spiacevoli effetti, sono i radicali liberi, responsabili di tutte quelle manifestazioni che si riflettono in particolare sul viso, che lo stress ossidativo comporta: esso non è altro che l'insieme delle alterazioni che compromettono i tessuti cutanei, che coinvolgono le cellule e le macromolecole biologiche  che li compongono, nel momento stesso in cui sono esposte ad un eccesso di agenti ossidanti, i radicali liberi appunto.

Preservare la propria pelle è possibile, e in tutto questo, cosmesi e dermocosmesi giocano un ruolo determinante, grazie allo sviluppo di formulazioni adatte a tutti i tipi di pelle, in grado di contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi, mediante elevate concentrazioni di antiossidanti.

Cosa sono i radicali liberi

Partiamo dall’inizio! Uno dei processi chiave coinvolti nell’invecchiamento cellulare si verifica proprio mediante i danni provocati dai radicali liberi, ed è chiamato stress ossidativo.

radicali liberi sono molecole estremamente reattive, essenziali in molti processi biologici: tuttavia qualora si formino nell’area corporea errata, innescano particolari meccanismi rivolti a tutto ciò che li circonda, attaccando ad esempio il DNA, così come proteine e lipidi.  

Come si formano i radicali liberi e in che modo compromettono la salute della pelle

I radicali liberi tendono dunque a formarsi durante i naturali processi biologici quali ad esempio la respirazione: fattori quali l’eccessiva esposizione ai raggi UV, l'inquinamento e il fumo di sigarettadeterminano la formazione di radicali liberi e, poiché la pelle è una vera e propria interfaccia tra il nostro interno e questi fattori esterni, è lì che tendono a convogliare in maggiori quantità.

Lo sapevi che i radicali liberi si formano nella pelle, già dopo soli 15 minuti dall’esposizione solare e li permangono almeno fino a un’ora dopo? Proprio per questo, i danni del sole, in particolare indotti dai raggi UVA, e UVB in minima parte, sono provocati dai radicali liberi, come conseguenza della penetrabilità di tali radiazioni ultraviolette, nel derma, così come negli strati cutanei più profondi. 

Per questo è fondamentale utilizzare un’adeguata protezione solare non solo in estate, ma durante tutto l’anno.

Tali reazioni a catena comportano la formazione prematura di rughe, linee sottili, pelle fragile, macchie e persino tumori della pelle. I radicali liberi possono inoltre innescare processi infiammatori e dare vita a un incremento della produzione di molecole in grado di distruggere il collagene nella pelle, determinando in questo modo il fenomeno del photoaging, e' qui che si parla di fotoinvecchiamento.

In che modo gli antiossidanti prevengono la formazione di radicali liberi?

Un antiossidante è una qualsiasi molecola in grado di neutralizzare i radicali liberi. In genere, occorre tenere presente che, un organismo sano, in condizioni ottimali possiede dei sistemi di difesa antiossidanti, capaci di neutralizzare i radicali liberi prevenendo qualsivoglia danno a carico delle cellule. Tuttavia, quando la quantità di radicali liberi presenti, supera la capacità di difesa dei sistemi antiossidanti,  l’organismo non è più in grado di neutralizzarli ed è qui che compaiono gli effetti dello stress ossidativo, lo stesso che accelera i processi di invecchiamento, prima a livello cellulare, poi tissutale, fino ad arrivare addirittura agli organi.

Creme viso ad azione antiossidante
Creme viso ad azione antiossidante

Quali antiossidanti introdurre nella skincare routine

Notevoli sono i vantaggi e i benefici a carico della nostra pelle, dati dall'applicazione costante e prolungata nel tempo di prodotti cosmetici antiossidanti

La pelle è infatti costantemente esposta a molti dei fattori che comportano l’eccessiva formazione di radicali liberi e, proprio grazie all’utilizzo di attivi antiossidanti, può così aumentare la propria capacità di neutralizzarne gli effetti, contrastando con maggiore efficacia i fenomeni ossidativi e l’invecchiamento cellulare conseguente.

Quali sono tuttavia gli ingredienti ad azione antiossidante che più facilmente sono presenti nelle formule dei prodotti cosmetici anti-age quali creme e sieri viso? Ecco una panoramica che sicuramente vi sarà utile, al fine di agevolare la scelta del prodotto più adatto alle vostre specifiche esigenze.

Antiossidanti di origine vegetale

Le molecole antiossidanti che abbiamo appena visto si trovano naturalmente anche nel nostro corpo: tuttavia la ricerca dermocosmetica e scientifica sta da tempo studiando altre sostanze, prodotte dalle piante, esempio i carotenoidi come il conosciuto Betacarotene o Licopene ( che hanno la capacità di assorbire i raggi UV) e i polifenoli il più conosciuto il Resveratrolo (con proprietà antinfiammatoria ) entrambi i gruppi di sostanze in grado di fornire una propria risposta ai radicali liberi.

Ecco alcuni esempi degli antiossidanti nello specifico:

Antiossidanti nella skincare

Purtroppo, è difficile stabilire con certezza quali cosmetici ad azione antiossidante, siano realmente più efficaci di altri: sono molti infatti i fattori che possono mutarne l’effettiva resa, a cominciare dal tipo di pelle e dalla condizione in essere della stessa.

Tuttavia ecco alcune linee guida da cui potete trarre comunque spunto, sempre tenendo a mente che la “costanza” e la continuità d’uso, sono da sempre condizioni “premianti”!

Gli antiossidanti generalmente ritenuti più efficaci sono senza alcun dubbio le vitamine C ed E, l'acido ferulico, i polifenoli del tè verde, il resveratrolo. A fare la differenza però, sono in genere le combinazioni di antiossidanti, poiché operano sui tessuti cutanei in maniera sinergica, aiutandoli a ricostituirsi, non è raro sentire parlare di "sistema antiossidante": un esempio è dato dalla combinazione di Vitamina C ed E o Vitamina C e acido ferulico, presente all'interno di un siero antiox che io amo, che ho utilizzato molto e ancora ora fa parte della mia skincare, il siero viso di Skinceuticals CE Ferulic.

Occorre tuttavia fare una piccola precisazione relativa alla Vitamina C: in molte temono di utilizzarla durante il periodo estivo quando al contrario, tale prezioso elemento, si rivela ancora più utile quando ci si espone al sole, specie se coadiuvata da altri elementi e attivi antiossidanti.

La Vitamina C è fotosensibile e non fotosensibilizzante: questo significa che non determina macchie, non reagisce negativamente sulla pelle del viso, ma altera la propria composizione, se esposta a luce diretta, pregiudicando di conseguenza la propria efficacia.

Proprio per questo motivo è fondamentale conservare in maniera ottimale i prodotti cosmetici tutti in particolare quelli contenenti Vitamina C (regola che vale comunque per qualsiasi tipologia di preparato), evitando di esporli alla luce diretta o a temperature troppo elevate.

Skinceuticals CE Ferulic siero viso
Skinceuticals CE Ferulic siero viso

Creme e sieri con antiossidanti andrebbero applicati a scopo preventivo, prima cioè, che si formino i radicali liberi, lasciando in questo modo agli attivi, il tempo necessario per agire efficacemente.

Per questo, consiglio sempre di prediligere formulazioni che possono essere utilizzate anche prima dell’applicazione della protezione solare. 

Il mio consiglio per questa Estate 2021 è invece rivolto al Siero Attivo Fospid Skinius, prodotto che amo molto e grazie al quale ho riscontrato risultati davvero tangibili. Il suo segreto? Un’innovativa formulazione costituita da un elevata concentrazione di attivi, riuniti nel complesso Fospidina, rappresenta un insostituibile booster in grado di dare un'immediata sferzata rigenerante alla pelle del vostro viso.

Provatelo e sicuramente mi ringrazierete…non ho dubbi!

Skinius Fospid Siero attivo
Skinius Fospid Siero attivo

Avete a disposizione anche il mio codice sconto “SKNCRV-AL" col quale potete fruire del 10% di sconto valido su tutto il sito. Vorreste perdervi questa occasione? Io credo proprio di no!

La tua beauty coach

Cristina!

Oggi affrontiamo insieme un argomento particolarmente richiesto: quali prodotti cosmetici inserire nel beauty case per passare indenni l’estate e mantenere la pelle sana e radiosa?

Ecco alcuni suggerimenti, basati sulla mia esperienza personale che desidero condividere, con l’intento di esservi utile. Sono certa che la vostra pelle ringrazierà!

L’importanza delle combo cosmetiche

Chi mi segue sui canali social sa già che il mio credo è “pochi passaggi ma mirati”, accompagnati da un elemento fondamentale: la costanza!

Tante di voi saranno in vacanza, tante dovranno ancora andarci, forse alcune saranno già andate  e terranno buono il consiglio e il prossimo anno o per il proseguo estivo: tuttavia ritengo fondamentale adattare la propria skincare alla stagionalità, proprio perché in funzione della stagione la pelle inevitabilmente cambia e con essa, anche le relative esigenze e necessità.

Proprio per questo è importante essere sempre consapevoli di come strutturare al meglio la propria beauty routine, adattando l’utilizzo dei cosmetici in virtù del contesto e della specifica esigenza.

Considero le COMBO COSMETICHE, pratiche e di facile memorizzazione, specie per le non addette ai lavori (insomma a voi amiche che mi seguite) per questo di seguito voglio elencarvi alcune “combo estive” per passare indenni l’estate, preservando la pelle e i capelli nelle migliori condizioni possibili. Sono certa che non ne resterete affatto deluse, specie a fronte del risultato e dei benefici che potrete sicuramente trarne!

Pronte? Vediamole insieme!

Beauty routine viso corpo capelli estiva
Beauty routine viso corpo capelli estiva

Combo Antiox quotidiana da città e mare

Se avete la necessità di sfruttare prodotti versatili, adatti sia per la quotidianità in città che per il mare, la combo perfetta è rappresentata da: Siero antiossidante + Solare SPF50+

Perché? Utilizzando con regolarità un siero antiossidante, andiamo a neutralizzare i radicali liberi, dando modo alla pelle di creare una vera e propria barriera protettiva contro tutti i fattori che concorrono nel favorire i processi di invecchiamento quali smog, sole, agenti atmosferici, luce blu 

e che favoriscono la formazione di radicali liberi, causa principale del fenomeno chiamato photoaging. Per combatterli è necessario comprenderne il “meccanismo d’azione”.

radicali liberi sono molecole estremamente reattive e ossidanti prodotte dal metabolismo dell'ossigeno, dunque dalla respirazione. Essi presentano uno o più elettroni spaiati, quindi liberi, e tale caratteristica contribuisce a renderli altamente reattivi, poiché instabili.

Per raggiungere la stabilità, finiscono per sottrarre un elettrone da altre molecole, ossidandole. In questo modo il radicale libero ottiene un numero di elettroni pari e non più spaiati, divenendo stabile.

Qui tuttavia sorge il vero problema: la molecola da cui ha sottratto un elettrone, diventa a sua volta instabile, dunque il processo attivato dal radicale prosegue, provocando inevitabilmente un impoverimento della molecola tale da agevolarne il processo di invecchiamento che si palesa proprio sulla nostra pelle.

Utilizzando l’SPF 50+ ci proteggiamo dal fotoinvecchiamento o photoaging: si tratta di particolare stato d’invecchiamento cutaneo provocato dal danno cronico dato dall’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti e al sole. L’esposizione al sole, a lungo termine provoca inevitabilmente danni al DNA delle cellule che caratterizzano i tessuti cutanei, danni che vanno a sommarsi a quanto provocato dall’invecchiamento biologico.  della pelle che si sommano a quelli dell'invecchiamento biologico.

Tale azione dannosa, ripetuta nel tempo, produce un invecchiamento più rapido della pelle, con un danneggiamento del collagene, che si traduce irrimediabilmente in rughe profonde e diffuse, perdita di tono ed elasticità, pelle secca e ruvida, macchie solari, desquamazione, cheratosi attinica, fino ad arrivare ai tumori della pelle, quali il melanoma.

Per questo proteggersi e prevenire è fondamentale.

Ovviamente ognuna di voi dovrà scegliere i prodotti cosmetici adatti al proprio tipo di pelle.

Qui la mia combo estiva 2021 (vi ricordo per chi ancora non mi conoscesse, per le nuove arrivate che la mia pelle è matura e tendenzialmente secca

Prodotti SkiniusSiero Attivo Fospid + Latte Solare Plusol 50 con codice sconto SKNCRV-AL per chi acquista sul loro sito.

Tutto chiaro? 

Essenziale è scegliere un solare adatto anche al tipo di pelle: in commercio ne esistono ormai veramente tanti adatti a qualsiasi esigenza. Un esempio? SVR Sebiaclear 50+ per pelli miste/ grasse che tendono a ungersi oppure ISIND Fusion Water per chi non ama le texture pesanti.

Siero Attivo Fospid + Latte Solare Plusol 50
Siero Attivo Fospid + Crema Solare Plusol 50

Combo serale

Per quanto concerne la combo serale, io suggerisco sempre l’utilizzo di prodotti quali: siero all’acido ialuronico + crema rigenerante 

Perché? Perché dopo una giornata di sole, sudore o aria condizionata se stai in ufficio, la pelle ha bisogno di acqua, ovvero di apportare idratazione agli strati cutanei più profondi.

Il fattore naturale di idratazione, noto come NMF Natural Moisturizing Factor è la combinazione di sostanze idrosolubili e igroscopiche in grado di legarsi all'acqua e di fissare e trattenere nello strato corneo e nel film idrolipidico superficiale anche parte dell'umidità ambientale a contatto con la pelle: utilizzare prodotti cosmetici ad azione idratante, specie se a base di acido ialuronico, permette di preservare tale “barriera”, mantenendo integre le quantità di liquidi presenti naturalmente nei tessuti. Tale fattore restituisce di fatto alla pelle del viso, tono, compattezza ed elasticità, enfatizzandone la naturale luminosità.

Qui alcuni ottimi sieri che io reputo da provare formulati con Acido Ialuronico:

Per la crema utilizzate una texture più leggera di facile assorbimento.

TimeExpertise MVCosmetics Siero acido ialuronico
TimeExpertise MVCosmetics Siero acido ialuronico

Combo labbra

La combo dedicata alle labbra che desidero suggerirvi è costituita da: Protezione Solare + Trattamento rigenerante e rimpolpante.

Inutile dire che, anche le mucose, esattamente come la pelle, necessitano di essere protette e idratate a dovere, proprio perché la pelle delle labbra è più sottile e del tutto priva di melanina, naturale difesa cutanea, motivo per cui una protezione dalle radiazioni ultraviolette, diviene inevitabilmente basilare per evitare di comprometterne la salute e il naturale turgore.  

Qui amiche mie, potrei aprivi un mondo, ma mi limiterò a suggerirvi la combo che sto utilizzando personalmente e con enorme soddisfazione per questa #summer21 

ISDIN Stick 50+ + Tensei One Touch Glow

ISDIN Stick 50+ + Tensei One Touch Glow
ISDIN Stick 50+ + Tensei Supreme Volume Lip Plumper

Combo corpo

Per quanto concerne il corpo invece, ricordiamoci di esfoliarlo a dovere e in maniera ricorrente: non abbiate paura di eliminare l’abbronzatura, perché si tratta semplicemente di un falso mito. Effettuare lo scrub corpo, almeno una volta alla settimana, permette di rendere la tintarella più uniforme e duratura, agevolando l’assorbimento degli attivi contenuti nei trattamenti corpo stagionali. 

La combo corpo perfetta è pertanto: Scrub + Idratante corpo o elasticizzante per le pelli più agée o anticellulite

Ecco di seguito alcune opzioni che ho avuto modo di utilizzare personalmente nell’ultimo periodo.

Skinius Natrux crema corpo elasticizzante + Minus417 Intense Mud Body Sculpting Lotion
Skinius Natrux crema corpo elasticizzante + Minus417 Intense Mud Body Foaming Scrub

Combo capelli

In estate i capelli tendono a sfibrarsi complice mare, sole, salsedine e vento. 

Bagni al mare, gite in barca e passeggiate possono di fatto risultare deleterie per la capigliatura, rappresentando una notevole fonte di stress per la fibra capillare.  

Proprio per questo, è buona abitudine proteggere anche i capelli al sole, per preservare  il livello di cheratina di cui sono composti, riducendo così il rischio di dover ricorrere al termine della stagione, alla tanto temuta “spuntatina”. 

Minus417 Mud Shampoo Sensual Essence + Previa protezione solare spray haircare
Minus417 Mud Shampoo Sensual Essence + Previa protezione solare spray haircare

Purtroppo il risultato dell’azione di tali agenti esterni, rende inevitabilmente la chioma più disidratata, ruvida e fragile, tanto da sembrare paglia! Adottando però le giuste strategie, anche mediante l’uso di prodotti mirati, però possiamo limitare i danni e avere capelli splendidi per tutta l’estate e…oltre!

Ecco i prodotti che vi suggerisco, e che costituiscono la mia combo capelli!

Non dimenticate comunque un buon balsamo per completare il trattamento: io sto utilizzando 

quello della linea Sensual Essence Minus417 Deep Nourishing Mineral Conditioner con principi attivi propri dei fanghi del Mar morto.

Credo di avervi detto tutto!

Presto partirò anch’io per le mie tanto sospirate vacanze…

Quest’anno ancora Italia andrò nelle magnifiche Isole Eolie e più precisamente a Salina.

Ma state connesse, perché vi farò vedere la bellezza dell’isola e chissà, anche qualche perla Beauty 

La Tua Beauty Coach 

Ti augura buone vacanze

Cri

Tutte amiamo l’abbronzatura, quel caratteristico colorito dorato sinonimo di bellezza e luminosità. Tuttavia per proteggere la pelle dagli effetti nocivi dei raggi solari, riducendo in questo modo rischio di  contrarre tumori cutanei di diversa natura e gravità quali ad esempio il melanoma, così come altre patologie dermatologiche fino all’invecchiamento precoce della pelle, il segreto risiede anche e soprattutto nell’utilizzo di una crema solare efficace.

Non basta infatti evitare di esporsi al sole nelle ore centrali della giornata, quelle in cui cioè le concentrazioni di radiazioni ultraviolette – raggi UVA e UVB – raggiungono il relativo picco: è necessario ricorrere ad una corretta protezione solare che preservi al meglio la pelle, evitando di pregiudicarne la salute e la naturale bellezza. 

Benefici e rischi dell’esposizione solare: perché proteggersi?

Con questo articolo, l’intento è quello di farvi comprendere l’importanza dei prodotti solari: un’eccessiva esposizione al sole risulta estremamente dannosa per la nostra pelle, questo poiché proprio dal sole, provengono svariate radiazioni elettromagnetiche, alcune delle quali visibili, altre no.

Per comprendere gli effetti nocivi dei raggi solari è importante concentrarsi in particolare sui raggi UV. I principali sono:

In sintesi, i danni che può provocare un’eccessiva esposizione al sole senza le dovute precauzioni caratterizzate dall’utilizzo di creme e prodotti solari adeguati al tipo di pelle sono:

Tuttavia il sole non è completamente nocivo e, se ci si espone utilizzando tutte le precauzioni necessarie, è in grado di apportare notevoli benefici, quali:

Per beneficiare dei raggi del sole in modo sano, non è necessario abbronzarsi, esponendosi in maniera eccessiva e smodata: sono infatti sufficienti anche solo pochi minuti al giorno, per apprezzare a poco a poco una piacevole tintarella data dalla prodizione di melanina, meccanismo che la pelle utilizza come difesa proprio per non essere aggredita dai raggi UV.

Fondamentale appare dunque prendere il sole in maniera responsabile, senza eccessi e applicando sempre un prodotto solare protettivo di elevata qualità e dotato di filtri adeguati al proprio tipo di pelle.

Protezione solare - Fonte: IStock
Protezione solare - Fonte: IStock

Come scegliere i prodotti solari più adatti ed efficaci

Il mercato cosmetico offre prodotti solari di qualsivoglia tipologia e texture: sotto forma di crema, mousse, oli secchi, fluide viso e corpo, fino ad arrivare agli spray multidirezionali. Occorre prestare particolare attenzione poiché nella maggior parte dei casi, la promessa appare la medesima:  un’abbronzatura intensa in tempi rapidi, senza rischi per la pelle. Ma è realmente tutto “rose e fiori”?

E’ fondamentale partire da un importante presupposto: la qualità difensiva contro alcuni dei maggiori pericoli dati dal sole dipende dalle caratteristiche del filtro solare.

La prima è il fattore di protezione solare (SPF) che dovrebbe preferibilmente essere compreso tra 30 e 50+, indici di una protezione alta e molto alta. L’SPF deve essere dunque scelto in funzione del proprio fototipo di pelle: 

La seconda caratteristica da tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto è senza alcun dubbio l’efficacia del solare contro i raggi UVB e UVA, che deve essere chiaramente riportata sulla confezione. E’ sempre opportuno prestare attenzione anche ingredienti che caratterizzano la formula del prodotto che deve essere preferibilmente privo di sostanze a potenziale rischio cutaneo, come alcuni conservanti e allergeni presenti ad esempio nei profumi.

Come e quando applicare la crema solare

Anche l’applicazione della crema solare richiede particolare attenzione: deve essere applicata almeno 20 minuti prima dell’esposizione solare e l’applicazione deve essere ripetuta ogni 2 ore durante l’arco della giornata, in quantità abbondanti. 

Questo significa che sarebbe utile ricoprire in modo uniforme l’intera superficie corporea con almeno 2ml di prodotto per ogni cm quadrato di pelle.

A conti fatti questo significa che in media un adulto necessita di circa 30-40 grammi di crema, l'equivalente di due cucchiai da tavola. Secondo un nuovo studio del King’s College di Londra, in media le persone ricevono solo il 40% della protezione SPF offerta da un corretto dosaggio del prodotto. Ciò vuol dire che il fattore di protezione risulta essere meno della metà di quello indicato sulla confezione. Conclusione? La quantità di crema solare applicata fa una grande differenza.

Per cui ricordate di applicarla ogni 2 ore e dopo ogni bagno in mare o piscina.

Migliori prodotti solari: cosa vi consiglio?

Qui entro ovviamente in gioco io, negli anni e nel lungo periodo che ho lavorato in farmacia di solari ne ho conosciuti tanti e provati altrettanto ma oggi condivido con voi i prodotti solari che ho utilizzato e utilizzo in questa estate 2021  e che ritengo particolarmente validi: primo tra tutti il mio amatissimo S12 Alter Booster – SPF 50 Purophi, un booster che protegge la pelle da raggi UVA, UVB, IR, Luce Blu e che presenta una formula modulabile che permette di rendere protettiva la crema abituale o il make-up, senza alterare le azioni specifiche dei trattamenti utilizzati. Comodo e pratico anche da citta’.

S12 Alter Booster – SPF 50 Purophi
S12 Alter Booster – SPF 50 Purophi

Efficace e altamente performante, anche lo spy Time Control Beautifyng Facial Defense Mist 50+ di Minus-417, la cui formula interamente naturale con estratti vegetale, minerali del Mar Morto e acido ialuronico, aiuta a contrastare l’esposizione quotidiana della pelle a tossine ambientali, calore e sostanze chimiche. Per chi ama un solare che non lascia traccia da mare e citta’.

Time Control Beautifyng Facial Defense Mist 50+ di Minus-417,
Time Control Beautifyng Facial Defense Mist 50+ di Minus-417

Consigliata anche l’intera linea di solari Isdin FotoProtector, ottima in relazione alla varietà di texture a disposizione: in particolare Isdin Fusion Water 50+ che presenta una favolosa texture shaka shaka perfetta per chi ama un solare leggero ma idratante.

Isdin Fusion Water 50+
Isdin Fusion Water 50+ 

Le pelli miste/grasse possono abbandonare le texture pesanti e occlusive in favore di Sebiaclear SVR, una crema leggera che limita la produzione di sebo ad azione opacizzante con SPF50.

Sebiaclear SVR Laboratoire Dermatologique
Sebiaclear SVR Laboratoire Dermatologique

Per le pelli sensibili e disidratate e per chi vuole una protezione solare anti aging , io trovo ottimi i solari Skinius. Con il loro brevetto: la Plusolina, proteggono dall’azione dannosa delle radiazioni favorendo un incarnato omogeneo, più luminoso e idratato. Adatto alle pelli più sensibili.

Linea Solare Skinius
Linea Solare Skinius

In ultimo, ma non certo in ordine di importanza, non posso fare a meno di menzionare i solari Avène, brand di riferimento per i prodotti corpo ad azione idratante e restitutiva, e lenitiva a base di acqua termale adatti anche per pelli sensibili e reattive.

Linea Solare Avène
Linea Solare Avène

Parola d’ordine dunque protezione: abbronzatura si, ma sempre consapevole e sicura.

E ricordate…la protezione solare andrebbe applicata a prescindere dalla stagionalità, anche in inverno poiché i raggi solari sono comunque penetranti anche se non si è soliti esporsi in maniera diretta.

Solo in questo modo è possibile preservare la bellezza della pelle, evitando di esporla ad inutili rischi che possono comprometterne la salute, specie sul lungo periodo!

La tua Beauty Coach

Cristina

Cristina Vignali Beauty Coach

CODICI SCONTO

Volete usufruire di scontistiche particolari ed esclusive dedicate a voi?
Ecco tutti i codici attualmente attivi.

Skinius - Codice "SKNCRV-AL" per fruire del 10% di sconto valido su tutto il sito.
Minius 417 - Codice "CRIGIFT" per ricevere minitaglie in omaggio e campioni gratuiti.
Purophi S10 scontato del 10% sul sito AmbraBotanica Treviso, da menzionare in fase di finalizzazione dell'ordine, inserendo il codice "CRI10"

Contattami subito

Compila il form qui sotto, ti risponderò nel minor tempo possibile

    Per prendere visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali - Cliccare qui

    +39 338 631 8303
    info@cristinavignali.it
    per collaborazioni: cristina@verticalbe.com
    Design by 
     Angeli Davide Company Make Up e NiFe Agency
    Richiesta Consulenza